NVIDIA lancia due nuove GPU esclusive per il Mining

0
546
NVIDIA lancia due nuove GPU esclusive per il Mining

Come funziona il Mining?

Verificare che le transazioni di denaro virtuale avvengano in modo legale e sicuro è una preoccupazione condivisa nella crypto community.
Quando uno user acquista un oggetto e lo paga con una moneta virtuale, numerosi algoritmi verificano che le monete spese siano prelevate dal suo portafoglio virtuale. Si evita così il “double spending”.
Questa verifica richiede una potenza di calcolo sempre maggiore ed oggi viene effettuata da aziende specializzate nel mining. Le cosiddette “mining pool”.

Una mining pool è un team di miner che unifica la loro potenza computazionale per creare una quantità sempre più grande di bitcoin. Esse sono situate soprattutto in oriente, dove l’energia elettrica ha un costo notevolmente inferiore. I miner offrono la potenza di calcolo dei loro computer per eseguire gli algoritmi ed in cambio, dopo ogni verifica effettuata, ricevono un premio in monete virtuali gratuite.

NVIDIA crea un nuovo processore grafico dedicato al mining

NVIDIA, grande azienda produttrice di processori grafici, e i suoi partner stanno per lanciare sul mercato delle schede dedicate esclusivamente al mining.

Si tratta delle schede GTX 1060 e GTX 1080. Queste garantiscono una potenza di calcolo dal 10% al 30% più efficiente rispetto alle schede tradizionali già sul mercato.

Le schede GTX 1060 avranno un costo compreso tra i 200$ e i 250$. I modelli GTX 1080 invece tra i 350$ e i 400$. La garanzia sarebbe però limitata solamente a tre mesi, a differenza dei due anni dei modelli tradizionali.

NVIDIA lancia schede grafiche per il mining

 

Salva

Salva